giovedì 17 luglio 2014

ITALIA COAST TO COAST. Passaggio in Umbria.

Passaggio in Umbria.

Rocca Paolina
"Grande nero" Alberto Burri
Alcune cose interessanti da segnalare del mio passaggio in Umbria.
Negli ultimi mesi, a Perugia, si è concretizzato un progetto voluto dalla Fondazione Fabbroni chiamato Arti/Ficio,con il sostegno della Camera di Commercio di Perugia e la Regione Umbria.
Il progetto consiste nel mettere in relazione, far incontrare giovani artisti e imprese umbre.
Ideatore di Arti/Ficio è Fabrizio Fabbroni, presidente della Fondazione omonima, ed ex Direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Perugia. La Fondazione Fabbroni nasce nel 2013 con lo scopo di rendere pubblico e tutelare un patrimonio culturale.
Ad una prima osservazione l’idea sembrerebbe molto interessante e portatrice di benefici.
Il rapporto tra artisti ed attività produttive, esperienza ben conosciuta nel nostro paese, potrebbe dare dei risultati. Non è cosa facile, per tantissimi motivi, dalle scelte estetiche, alle scelte dei processi produttivi ecc... Vale la pena, comunque, tenerlo d’occhio. L’idea “adotta” un artista potrebbe essere approfondita.
Dalla lettura del materiale pubblicitario prodotto, la visione delle opere, esposte alla Rocca Paolina di
Rocca Paolina
 Perugia
, noto che l’incontro tra i sei giovani artisti e le tre imprese produttive, così come si è svolto, è ancora poco sviluppato. Da quel che ho capito, agli artisti sono stati messi a disposizione materiali, scarti di produzione, per la realizzazione di un’opera. Forse piuttosto che partire dai materiali, sarebbe interessante partire da un progetto, da un idea. Spero possa essere uno dei prossimi step, e questa essere solo una fase embrionale di un progetto più esteso e strutturato.
Sulla rivista pubblicata per l’occasione, gli artisti coinvolti: Federica Braconi, Giulia Miccioni Tommaso Faraci, Francesco Marchetti, Giulia Pedini Sara Sargentini, oltre al giudizio positivo sul progetto, esprimono la speranza di una “evoluzione a livello superiore”. Aspettiamo fiduciosi sviluppi ulteriori.
Per passare ad altro, a Perugia è sicuramente da vedere la mostra di Steve McCurry.
Il progetto di comunicazione del territorio del Regione Umbria, affidato ad un grande nome della fotografia mondiale come Steve McCurry, è un’operazione per promuovere l’ immagine e il territorio umbro, diametralmente opposta a quella portata avanti dalla Toscana, concretizzatasi nella devastante campagna “Divina Toscana”, stroncata e sospesa alla vigilia della sua presentazione ufficiale alla Bit di Milano del 13-15 febbraio di quest’anno.
Le immagini di Steve McCurry, per lo più inedite, e altre sull’Umbria provenienti dal suo archivio personale, sono il contenuto della mostra “Sensational Umbria”, organizzata a Perugia dal 29 marzo al 5 ottobre 2014.
Museo di Palazzo Penna
"Totem" 2009, Franco Passalacqua

La mostra è promossa e organizzata dalla Regione Umbria in collaborazione con il Comune di Perugia. Allestita negli spazi dell’Ex Fatebenefratelli, appena recuperati e inaugurati per l’occasione, ha una piccola sezione al Museo di Palazzo Penna, nella Sala delle Lavagne di Beuys, occasione per rivedere l’artista.
Steve McCurry ha sviluppato la campagna fotografica della regione su sette grandi temi, dislocati per la maggior parte all’ex Fatebenefratelli e una parte al Museo di Palazzo Penna. 
Questa dislocazione è l’occasione per gironzolare tra le strade di Perugia e idealmente per tutta l’Umbria.


ARC

Nessun commento:

Posta un commento