venerdì 11 luglio 2014

ITALIA COAST TO COAST. (Introduzione nelle Marche)

Un viaggio da Livorno a Cupra Marittima passando per l’Umbria.
Come Annibale, ma senza elefanti, scalo l’Appennino (lui le Alpi). Credo di aver pensato una gaffe, sul fiume Metauro fece una brutta fine suo fratello Astrubale. Tappa interessantissima ad Urbania antica Casteldurante. Visita immancabile al Palazzo Ducale.

Nella torre, dalle cui finestre ci si affaccia su un’ansa del Metauro, è stata allestita la raccolta di ceramiche d’uso donata da Nadia Maurri Poggi. L’esposizione delle ceramiche d’uso quotidiano, divisa per regioni, rappresenta un vasto documento della società preindustriale.
 Piacevolmente ritrovo ceramiche di Federico Melis, artista e ceramista che qui rappresenta la Sardegna. Insegnante all’istituto d’Arte di Pesaro-Urbino nel 1940 sfollò ad Urbania. Nel 1950 si costituì la Scuola Artigiana Arte Ceramica Metauro, la cui direzione venne affidata proprio a Melis.
Ultimo giorno di apertura per la mostra dei disegni di Donato Bramante nel cinquecenteneario della morte. Nato in queste valli, il suo territori gli rende omaggio. Le opere esposte provengono dal gabinetto dei Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze e dalla Biblioteca Durantina, il modello ligneo della Tempio di Santa Maria della Consolazionerealizzato su disegno di Bramante è stato concesso in prestito dal Museo Civico di Todi.
Verso Cupra. Le due cittadine non sono proprio vicine, il viaggio vale il caldo che divido con un comitiva assortita di scavalca montagne.
Cupra Marittima cittadina costiera, balneare e turistica ci accoglie con il suo mare, i campeggi e le zanzare, che a quanto pare pungono solo me. Gli altri neppure le vedono. Oltre al mare, da qualche decennio, attorno alla Galleria Marconi si è sviluppato un interessante nucleo creativo che unisce l’arte contemporanea e il territorio. L’esperienza ventennale di gallerista che Franco Marconi ha reso sul territorio marchigiano e non solo - ricordo progetti in Abruzzo, Basilicata con gallerie ed artisti nazionali e internazionali, ricognizioni sulla giovane arte, italia regione per regione ecc. - si è incontrata con quella di Lino Rosetti, ingegnere e imprenditore. Da questo incontro è nato il nuovo progetto Marche Centro d’Arte.
Ho approfittato dell’occasione della mostra “Altra Consuetudine: di venere e dimarte...” a cura di Dario Ciferri, per una breve intervista al Presidente Lino Rosetti e il Direttore artistico Franco Marconi.
Della mostra a cura di Ciferri parlerò nel prossimo post.

ARC

Nessun commento:

Posta un commento